venerdì 8 novembre 2013

Il mondo incantato

A circa  un quarto d’ora di macchina da casa mia c’è un posto magico. entri e ti ritrovi magicamente in Svezia. In una foresta incantata, abbattuta e messa in comodi pacchi piani, ma suvvia un po’ di immaginazione, così è più facile da portare a casa. , quando verranno montati saranno “pianti e stridori di denti ” ma questa è un’altra storia. Non perdiamoci in chiacchiere inutili.

Ecco te entri in uua bellissima e fichissima porta girevole tipo quelle che si vedono nei grand hotel,fai un paio di giri, con la gente fuori che ti guarda come un rincoglionito e infine decidi di entrare. Sulla destra un enorme piscina di palline ti chiama e ti chiede di farci un tuffo, ma dall’’alto dei buoi 18 anni rifiuti l’offerta, ringrazi il dottore e vai avanti, anche perché c’è un cartello che vieta l’ingresso ai bambini con più di un tot d’anni e tu hai superato quell’età da un pezzo. Offeso Sali le scale e ti si apre un mondo incantato. Vedi  anche dei folletti che saltellano qua e là e degli unicorni rosa al galoppo che evitano le persone. Perché quel posto magico  è  sempre pieno zeppo di persone pronte a spendere patrimoni in cose inutili  dai nomi in finto svedese.

Ti si apre così davanti agli occhi una serie  infinita di cucine, salotti e poltrone che hai l’obbligo morale di provare perché le tue gambe sono stanche e affaticate, anche le varie antine cassette e cassettine devono essere  aperte   per controllare che non ci siano bombe nascoste, e Obama ringrazia.
A metà del tuo percorso,  riposi le tue membra stanche e lasse all’area ristoro dove lì ci sono le polpette più buone che abbia mai mangiato, scusa nonna. Sono un piatto sublime, da un lato vedi gordon ramsey che fugge via sconcertato dall’impiattamento che ricorda molte le cacche di cane che si squagliano lentamente sul marciapiede. Dall’altro sono buonissime e saporitissime e quella salsa che ci mettono sopra è la fine del mondo ed esalta il sapore delle polpette. potrà anche esserci carne di cavallo o essere fatta con i trucioli dei mobili ma è sublime e con tutte le schifezze che mangiamo non sono certo un po’ di polpette che ti fanno stare male.

Scendi nel negozio vero e proprio e trovi di tutto a prezzi veramente molto bassi, tanto che ti chiedi se ci sono degli umpa lumpa dietro a tutto questo e  magari speri di trovare un biglietto d’oro dentro un pacco piano per andare a vedere la fabbrica  del signor Ikea

Finito il giro per chi avesse ancora fame c’è la pizza ad un euro e ti chiedi se per avere quei prezzi sia fatta di cartone o di laminato tagliato sottile sottile.

Ma non è ancora finita, c’è la bottega svedese dove si possono comprare sacchi e sacchi di polpette congelate, per portare un po’  di Svezia a casa tua. Puntualmente tua mamma ha  la scusa pronta e dice che  il freezer è pieno. Ma stavolta hai controllato e il freezer non è pieno come dice e dopo una mezza-sceneggiata è già alla cassa pronta a pagare le polpette. Purtroppo è giunta l’ora di chiusura e le tue gambe iniziano a  far male. Così  devi lasciare quel postp incantato a malincuore sperando di tornarci  il più presto possibile.






E se ve lo state chiedendo a risposta è no, Ikea non mi paga, tutto questo viene dal cuore

13 commenti:

  1. Anche io adoro Ikea!

    RispondiElimina
  2. ma dimmi se c'è un italiano che non sia andato all'Ikea!!! tutti almeno una volta ci vanno. e ci sono stata anch'io, devo dire che il percorso obbligato è una favola in quanto non ti perdi e vedi tutto e compri anche quello che non ti serve (ottima strategia di marketing). Io mi sono piombata su tutto quello che riguarda il Natale e disdegnato il reparto culinario in quanto sono sempre in lotta con la bilancia: in compenso ho comprato addobbi per l'albero di Natale e una lucina snodata per leggere a letto con tutta tranquillità. Una cosa ti volevo chiedere: ma chi sono i "umpa lumba" ? non ne conosco l'esistenza.!!!!!! Al tuo prossimo scritto devo dire che mi fai compagnia e aspetto altre tue notizie. ti saluto caramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono gli omini che lavorano per willy wonke ne la fabbrica di cioccolato

      Elimina
    2. Grazie per la spiegazione!!! se non sbaglio un film si intitolava cosìperò è di qualche anno fa.

      Elimina
    3. ne han fatti 2 uno con tim burton e l'altro più vecchio maquì la mia ignoranza regna sovrana

      Elimina
  3. Straordinario!
    Mi sto rotolando dal ridere (e non va mica tanto bene, perché oggi ho tanto mal di schiena).
    Ma tu sei semplicemente straordinario. E basta.

    RispondiElimina
  4. Ahahah!! Incredibile, sei veramente incredibile... ;) Guarda che se l'Ikea ti legge, ti assume subito come pubblicitario...
    ciao :D
    Patrizia VR

    RispondiElimina
  5. Incredibile. Entro per acquistare 1 cosa Esco che ho speso minimo 40 € quando mi va bene. Ma quanto sono buoni i loro biscotti? ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è buono tutto, anche se dai un morso a un mobile avrà un gusto fantastico

      Elimina
    2. io li ho assaggiati, i mobili dico. non c'è male.

      Elimina
  6. Ciao Gabriele, sono una new entry :-) mi chiamo Simonetta e d'ora in poi ci sarò anch'io. Buona notte

    RispondiElimina
  7. CIAO GABRI.. IERI HO COMMENTATO SU DI TE SUL BLOG ON THE WIDEPEAK. HO 25 ANNI E VORREI DIRTI CHE MI RENDI ORGOGLIOSA DI NOI GIOVANI, PERSONE COME TE MI FANNO RICORDARE QUANTO è BELLA L'INTELLIGENZA. SEI TOSTO, IRONICO E HAI UNA TESTA LUMINOSA. MI PIACI GABRI, SEI GRANDE. TI SEGUO CON AMMIRAZIONE.
    ARIANNA

    RispondiElimina
  8. CIao Gabri, sono già amica di SImonetta e Arianna, e ora anch'io vorrei essere amica tua. Trovo che tu sia assolutamente fantastico, e mi hai fatto conoscere tutta la storia di B.Live che trovo straordinaria. Complimenti a voi stilisti e agli ideatori dell'iniziativa. Da oggi ci sono anch'io con le mie amiche ;-). Malu

    RispondiElimina